Il trucco permanente è una procedura di dermopigmentazione, chiamata anche tatuaggio visagistico. È più conosciuta con il nome erroneo di “semipermanente” per differenziarlo dalla classica pratica di tatuaggio. La tecnica utilizzata dal PMU (Permanent Make-Up Artist) è simile a quella utilizzata dal tatuatore.

I pigmenti impiegati nel trucco semipermanente, definiti bioriassorbibili, verranno pian piano eliminati in seguito ad un processo naturale di fagocitosi; è per questo che si ricorre a ribattiture periodiche. La tempistica delle ribattiture varia dai 6 mesi fino ai 3 anni a seconda dei casi, all’età del cliente, all’esposizione solare, alla tecnica applicativa scelta, allo stile di vita. Tuttavia, i pigmenti utilizzati dal Pmu, sono ipoallergenici e bio-riassorbibili.

I pigmenti bio-riassorbibili sono stati creati appositamente per il tatuaggio visagistico, consentono di apportare nel tempo modifiche al proprio lavoro, per rendere sempre attuale il trattamento in base ai cambiamenti del volto legati all’età. Il passare degli anni modifica, inesorabilmente, la struttura di un volto e la temporaneità del trucco semipermanente garantisce la possibilità di rivedere sia gli aspetti cromatici che quelli strutturali del trattamento potendoli adattare al cambiamento che il viso subisce nel tempo.

La dermopigmentazione viene svolta da un tatuatore formato nel campo visagistico che saprà non alterare i lineamenti del volto e i colori ma esaltarli con piacevole discrezione e naturalezza.

Trattamenti:

•Sopracciglia effetto sfumatura(effetto MakeUp di definizione dell’arcata sopraccigliare).
•Sopracciglia tecnica ultrarealistica(pelo a pelo) •Riempimento labbra
(effetto MakeUp o effetto naturale) •Infracigliare (definire lo
sguardo in modo naturale) •Eyeliner (effetto make up)
•Lentiggini